Doppio colpo Fon !

Oggi Fon ha ufficializzato l’accordo con British telecom per permettere a tutti gli utenti del servizio BT Total Broadband di unirsi alla community FON.

Il setup dei router BT verrà gestito in remoto dall’operatore, per l’utente sarà sufficiente dare adesione al programma BT-FON WIFI.

Si parla di un potenziale di 3 milioni di nuovi utenti e punti d’accesso FON in Gran Bretagna. Che colpo !

bg_fon_effect.jpg

Mertedì 2 ottobre invece , a Parigi , si è tenuta la Fiesta FON che ha suggellato l’accordo tra Neuf Cegatel e FON. Anche qui si stima che mezzo milione di sottoscrittori del piano broadband francese aggiornino i loro router per renderli FON compatibili nei prossimi mesi.

Insomma , una settimana scoppiettante , non c’è che dire.

Per la cronaca , nel frattempo , vi segnalo un paio di risorse.

Collegamento seriale e riflashaggio della fonera plus con openwrt kamikaze (francese)

Installazione fi Openwrt Kamikaze in RAM senza riflashaggio della fonera plus (francese)

Broadband per tutti fino a quando ?

E’ dal 20 Gennaio che puntualmente alle 14 la banda internet della nostra azienda passa dai 2mbs del profilo attuale a 256kbs , valore di banda minima garantita . I nostri uffici utilizzano un collegamento alice business multigroup con 8 indirizzi IP statici . E’ un collegamento decisamente costoso , 200 euro al mese +IVA , e scelto dal sottoscritto proprio per evitare queste problematiche.

Se è vero che da un piccolo sondaggio svolto presso utilizzatori adsl della mia zona , sia con alice , tiscali ed eutelia e svariati altri la connessione arriva ad un ridicolo 64kbs è vero che loro pagano una frazione rispetto al mio canone.

Ora il problema è chiaro : il nodo di raccolta di interbusiness della mia zona è prossimo al collasso , ed appena si attivano le connessioni dei ragazzi che tornano da scuola , la banda viene ristretta al minimo garantito per evitare il collasso del VP. Ma mentre il bandwidth shaping di una connessione da 19 euro al mese puo essere ammissibile , sempre fino a quando non viene effettuato un potenziamento , è assolutamente inaccettabile per un’azienda. Restringere la connessione internet ad un’azienda al giorno d’oggi , significa quasi paralizzarla . Nel mio caso , significa raddoppiare i tempi per la ricezione di posta elettronica o scambio di file e impossibilità di fare telefonia voip. Intendiamoci si puo’ continuare a lavorare , ma quello che mi fa girare le scatole sono i 200 euro al mese sborsati.