Verizon MiFi

[vodpod id=Groupvideo.2501236&w=500&h=350&fv=]

Verizon , provider broadband e carrier wireless voce e dati statunitense , è in procinto di lanciare il primo hotspot portatile su HSUPA .

Si tratta di un dispositivo che usa come link la rete cellulare broadband e ridistribuisce il collegamento via wifi 802.11n .

Molti opineranno che non si tratta di una novità sconvolgente . Dalle critiche sollevate a David Pogue si fa notare che Nokia con Joikuspot fa esattamente la stessa cosa ; anche iPhone fa uguale con PDAnet .

Io però lo trovo un gadget estremamente interessante , soprattutto se saprà mantenere le sue promesse.

Immaginiamo di avere un dispositivo leggero e sottile che puo’ rimanere all’interno dello zaino mentre lavoriamo con il nostro laptop seduti su una panchina del parco , fornendo allo stesso tempo la connettività ai nostri collaboratori o ai nostri amici.

Fossi un operatore dinamico sul fronte dell’internet mobile , H3G ad esempio , cercherei di proporlo anche qui da noi in tempi assolutamente brevi .

Voi che ne pensate ?

Sincronizzare Iphone con Amarok

Ho ricevuto l’iPhone giovedì scorso direttamente da Hong Kong , già bello che scarcerato e aggiornato alla 1.1.4.

Tra le prime cose di cui ho sentito la mancanza è stato ovviamente uno scarso supporto per Linux di questo meraviglioso gingillo.

In particolare mi premeva riuscire a riempire di canzoni gli 8 Gb a disposizione , visto che sul Macbook non ho nessun file mp3. Dopo brevi ricerche sono approdato ad un bel tutorial per Ubuntu che ho seguito , adattando qualche passo per applicarlo anche alla mia distro attuale , ossia Fedora.

Ecco per passi come operare per sincronizzare ottimamente via wireless il nostro iPhone con Amarok , l’amato player del lupo ululante.

Per prima cosa dobbiamo sbloccare l’iPhone , ma credo che questo ormai sia di una semplicità assoluta. Basta procurarsi Ziphone per Windows o Mac ed il gioco è fatto.

Una volta jailbreakato il nostro iPhone , installiamo mediante Installer.app BSD Subsystem e OpenSSH.

A questo punto dobbiamo agire sul nostro router wireless in modo che assegni un indirizzo ip definito per il nostro iPhone. Io uso dd-wrt su wrt54gs di Linksys e per assegnare sempre lo stesso indirizzo ad un apparecchio utilizzo dnsmasq , aggiungendo le seguenti stringhe nel campo dei comandi custom :

dhcp-host=xx:xx:xx:xx:xx,192.168.0.60

Alle x va sostituito il mac address dell’iPhone che si puo’ recuperare da Impostazioni->Generali->Info->Indirizzo Wi-Fi.

In questo modo , ogni volta che accederemo al nostro network wifi casalingo , il router assegnerà sempre l’indirizzo 192.168.0.60 all’iPhone.

Ora agiamo sulla nostra linuxbox. Se siamo già passati ad Ubuntu 8.04 , sarà sufficiente installare il pacchetto ipod-convenience che contiene tutte le dipendenze e gli script per montare file systems remoti via ssh.

Io invece ho usato Fedora ed ho installato gtkpod e fuse-sshfs.

Una volta installati i pacchetti , aggiungiamo il nostro account al gruppo fuse e creiamo una directory /mnt/iphone con permessi 777.

Lato Amarok nelle impostazioni alla sezione device , clicchiamo su add device . Il tipo di device da scegliere è ovviamente apple ipod , il nome Iphone e il punto di montaggio /mnt/iphone.

Salviamo e accediamo alla configurazione avanzata e immettiamo i seguenti parametri :

in pre-connection:

sshfs -o uid=500 root@192.168.0.60:/private/var/mobile/Media /mnt/iphone

(uid=500 è l’uid sulla mia linux box , scoprite il vostro con il comando id username )

In post-disconnection:

fusermount -u /mnt/iphone

Chiudiamo Amarok e proviamo se funziona il giochino.

Accendiamo l’iPhone , attiviamo la WIFI e il server ssh . Attendiamo una trentina di secondi e lanciamo Amarok . Dovrebbe presentarsi una mascherina che ci chiede una password. Immettiamo la parola alpine (password di default per il firmware 1.1.4 dell’iPhone) .

Et voilà , il contenuto del nostro iPhone apparirà come per magia nella colonna sinistra del playlist manager di Amarok.

A questo punto , basta selezionare una playlist di nostro gradimento da Amarok e con il tasto destro del mouse scegliere invia a dispositivo multimediale. Tornando alla sezione device di Amarok , far partire la coda di trasferimento e attendere la (piuttosto lenta a dirla tutta) copia dei brani dal nostro pc linux all’iPhone.

Riferimenti :

https://help.ubuntu.com/community/PortableDevices/iPhone

http://gentoo-wiki.com/HOWTO_Using_an_iPhone_With_Gentoo_Linux

Fon Russia entro Giugno

Fon per bocca del suo CEO Varsavsky ha annunciato il lancio del servizio in Russia entro questo Giugno 2008.

Bello ! Peccato che oggi Quintarelli scovi questo articolo di Fontanka (l’ironia nel nome ) un giornale online di San Pietroburgo , dove viene spiegato che per possedere un apparecchio wireless in Russia occorre richiedere un permesso personale che necessita solo (!) 10 giorni per essere rilasciato.

Chi opera o usa dispositivi wireless senza questa autorizzazione rischia la confisca dell’apparecchio e visti i modi spicci della polizia russa , forse anche  una bella legnata , che non guasta mai :)

Chi lo informa Martin ?

Rischio sicurezza FON

gratis.jpg

Sul forum in inglese di Fon , ho trovato una discussione molto interessante circa il meccanismo di autenticazione tramite visione di una clip pubblicitaria.

Sembrerebbe che l’accesso all’hotspot possa avvenire senza nessun controllo sui dati immessi. Non vi è infatti nessun meccanismo per la verifica dell’email e dell’identità di chi effettua l’accesso.

Anche se io ho sempre pensato che in ambienti pubblici  l’eccessiva complessità del meccanismo di autenticazione allontanasse potenziali  fruitori di Fon , questo fatto , porta con se un ulteriore disservizio.

Infatti , una volta consumati i 15 minuti di navigazione gratis , semplicemente cambiando email , username e MAC address della scheda wireless si possono avere altri 15 minuti gratis , e capite bene che con un semplice script creato ad arte , uno spoof-fon , si possono usare gli hotspot fon in maniera assolutamente gratuita.

Al momento in cui sto scrivendo , lo staff di fon , avvertito di questo bug , sta lavorando per apporre delle modifiche al sistema di surf by ads.

da meraki hot spot solar powered

Meraki networks lancia un nuovo kit per hot spot wireless a energia solare.

Il kit comprende un’unità meraki mini per outdoor , un’antenna a pannello da 18dbi  e un pannello a cellule fotovoltaiche per l’alimentazione.

Non ci sono indicazioni sul prezzo del kit , ci sono solo indicazioni sul prezzo dell’unità meraki outdoor che dovrebbe aggirarsi intorno ai 99 dollari.

Il solar kit sarà disponibile da questa estate.

Fon City , fonerizza la tua città

foncity_header.jpg

E’ partito il programma di Fon per sensibilizzare le amministrazioni pubbliche di tutta europa sul tema delle reti WIFI municipali.

Attraverso il programma Fon-city , verranno distruibuiti 5000 punti d’accesso gratuiti a tutti i comuni che ne faranno richiesta , per coprire i locali pubblici del paese , come scuole , palestre , comune , librerie etc etc.

Per saperne di più consultate il blog ufficiale di fon  oppure questo post o questo ancora .

Io nel frattempo ho provveduto a tradurre la lettera di presentazione di Robert Lang in italiano , per una facile introduzione alle autorità competenti del vostro comune. La trovate qui.

Diffondiamo Fon , andiamo  a parlare con il sindaco e gli assessori e facciamo diventare realtà il sogno di una rete wireless partecipata e generata dagli utenti.

Prossimamente su FON

Nel suo ultimo video girato per le strade di Taipei , Martin si lascia andare e ci rivela cosa bolle in pentola per il prossimo futuro in FON.

  1. Verso la fine di Aprile verrà rilasciata la Fontenna . Si tratta di una antenna a pannello da esterno , dotata di una patch coassiale da 1.5 metri con un guadagno di 7/8 dBi , da collegare alla Fonera per estendere il raggio di azione anche in ambiente outdoor.
  2. Giugno/Luglio 2007 in uscita la Fonera 1.5 . Avrà in più rispetto alla fonera attuale sostanzialmente una porta ethernet per il collegamento di uno switch per la rete wired e due antenne , una interna e una esterna , alla quale si potrà collegare più efficacemente la Fontenna
  3. Ottobre 2007 in uscita la Fonera 2.0 . Il tanto atteso Fon’s Liberator con porta usb per l’aggiunta di un hard disk e software a bordo per client p2p , e software per uploading e downloading.
  4. In stato embrionale , ma già sotto testing (ed è questa la novità più succulenta ) , lo studio per una Fonera 802.11n. Lo standard 802.11n è ancora sotto sviluppo , ma promette un miglioramento drastico delle performance wireless , sia in termini di throughput ( fino a 540 mBps ) che di copertura radio . Non essendoci però ancora presente nessun device in commercio con questo standard , la data per poter vedere l’uscita del nuovo social router , sarà verosimilmente verso la fine del 2008.

Specialmente questa ultima notizia , spazza un po di dubbi che mi erano sorti sentendo in giro che FON avrebbe guardato al Wimax per le nuove fonere. Dubbi in quanto ritengo che il Wimax sia una colossale bufala , alla stregua di quanto fu tempo addietro l’Umts.

Beh complimenti a Martin che ha puntato giustamente su 802.11n per elaborare i nuovi device wireless per Fon , e ancora più che mai have fun with fon !

La fonera 2.0 è già qui

Via Mike Puchol , apprendo che Accton , il gruppo taiwanese che produce la Fonera , ha gia pronto in catalogo il device prossimo per Fon.

Secondo le anticipazioni più volte apparse nel blog di Martin sul Fon Liberator la nuova fonera con porta usb , porta LAN e client bittorrent a bordo comandabile dalla userzone fon , assomiglia molto a questo device

Le specifiche le potete trovare qui , e se tanto mi da tanto la nuova Fonera non si discosterà molto.

La presenza di una porta usb inoltre , mi fa pensare subito ad un hack per poter far funzionare la fonera con i nostri maledetti , purtroppo diffusissimi , modem usb Alice.